Regione Lombardia

Ondata di caldo: consigli

Pubblicato il 26 giugno 2019 • Emergenza

Si avvisa che è in arrivo una delle più intense ondate di caldo dell'ultimo decennio in Europa, con punte di 40 gradi anche in Italia e in particolare al Centro-Nord. La poderosa ondata di caldo dovrebbe raggiungere l'apice tra domani giovedì 27 e sabato 29 giugno, con picchi di 37-40 gradi.

Vi forniamo dieci consigli utili divulgati dal Ministero della Salute per vincere il caldo e per ridurre i rischi soprattutto nelle persone più fragili come anziani, malati cronici, neonati e bambini piccoli. Non dimentichiamo di offrire il nostro aiuto alle persone sole, anziane o in difficoltà, che sono vicino a noi; bussiamo alla loro porta e andiamo a trovarli.

1) USCIRE DI CASA NELLE ORE MENO CALDE DELLA GIORNATA. Evitare di uscire all'aria aperta nelle ore più calde cioè dalle ore 11.00 alle 18.00. Se si esce nelle ore più calde non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole; inoltre proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.

2) INDOSSARE UN ABBIGLIAMENTO ADEGUATO E LEGGERO. Sia in casa che all'aperto, indossare abiti leggeri, non aderenti, di fibre naturali per permettere la traspirazione della cute. Cambiare frequentemente la biancheria intima.

3) RINFRESCARE L'AMBIENTE DOMESTICO E DI LAVORO. Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle e tende. Chiudere le finestre durante il giorno e aprirle durante le ore più fresche della giornata. Se si utilizza l'aria condizionata, ricordarsi che questo efficace strumento va utilizzato adottando alcune precauzioni per evitare conseguenze sulla salute e eccessivi consumi energetici. In particolare, si raccomanda di utilizzarla preferibilmente nelle giornate con condizioni climatiche a rischio; di regolare la temperatura tra i 24-26 gradi; di provvedere alla manutenzione e pulizia regolare dei filtri; di evitare l'uso contemporaneo di elettrodomestici che producono calore e consumo di energia.

4) RIDURRE LA TEMPERATURA CORPOREA. Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca. In casi di temperature molto elevate porre un panno bagnato sulla nuca.

5) RIDURRE IL LIVELLO DI ATTIVITÀ FISICA. Nelle ore più calde evitare attività fisica o lavori pesanti all'aperto.

6) BERE CON REGOLARITÀ ED ALIMENTARSI IN MANIERA CORRETTA. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Gli anziani devono bere anche se non ne sentono il bisogno. Quando si è all’aperto, portare con sé una bottiglia d’acqua. Evitare di bere alcolici, bevande gassate, troppo zuccherate e troppo fredde. Mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua; consumare pasti leggeri e frequenti con tanta frutta, verdura e qualche gelato.

7) PRECAUZIONI IN MACCHINA. Prima di salire aprire gli sportelli. Quando si parcheggia la macchina non lasciare mai, nemmeno per pochi minuti, persone o animali nell'abitacolo.

8) CONSERVARE CORRETTAMENTE I FARMACI. Leggere attentamente le modalità di conservazione riportate sulle confezioni.

9) ADOTTARE PRECAUZIONI PARTICOLARI IN CASO DI PERSONE A RISCHIO. Quando arriva il gran caldo, le persone anziane, con patologie croniche e le persone che assumono farmaci devono consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli. Non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso. Per chi è immobilizzato a letto, cambiare spesso posizione.

10) PRENDERSI CURA DELLE PERSONE A RISCHIO E DEGLI ANZIANI. Nei periodi prolungati di caldo intenso, prestare attenzione a familiari o vicini di casa anziani, specialmente se vivono da soli. Segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.

Attenzione a questi sintomi
Lingua e mucose orali secche, occhi infossati, aumento della temperatura corporea, nausea, aumento del battito cardiaco (tachicardia), abbassamento della pressione, aumento della respirazione, confusione mentale, torpore e debolezza, sono alcuni tra i sintomi provocati dalla disidratazione e presenti nel colpo di calore.
Cosa fare in presenza di tali sintomi?  Chiamare subito il proprio medico. Nel frattempo stendersi con le gambe sollevate, posandosi una pezzuola bagnata o una borsa del ghiaccio sulla fronte. Bere acqua.

Per qualsiasi emergenza ricordiamo il numero unico da chiamare in caso di necessità: 112.
Il tuo Comune